Vai menu di sezione

Piano strategico Giovani

IL PIANO GIOVANI DI ZONA (PGZ)
Il PGZ è uno strumento di cui un territorio si avvale al fine di promuovere, co-costruire, valorizzare e incentivare le politiche giovanili locali e provinciali, nonché una cultura condivisa su di esse:
incentivando le iniziative a favore dei giovani o organizzate dai giovani stessi;
osservando la condizione giovanile del territorio;
diventando stimolo per le istituzioni e la cittadinanza attiva;
lavorando sulla costruzione dell’autonomia personale e sociale;
aprendo alla dimensione globale senza dimenticare il locale e le proprie radici.
Il PGZ adotta come metodo di lavoro la concertazione fra istituzioni locali, società civile, mondo giovanile, Consiglio delle Autonomie Locali e strutture provinciali competenti in materia di politiche giovanili.

GLI ATTORI:
IL TAVOLO DEL CONFRONTO E DELLA PROPOSTA
Gli enti pubblici locali (Comuni, Comunità) e i soggetti del territorio chiamati a costituirsi in un Piano Giovani di Zona formano il Tavolo del confronto e della proposta sulle politiche giovanili.
Il Tavolo costituisce uno strumento di dialogo e proposta che risponde esclusivamente delle azioni promosse dal Tavolo stesso e raccolte nel documento prodotto dal PGZ, denominato Piano Strategico Giovani.
GRUPPO STRATEGICO
È composto da almeno quattro soggetti: Referente PAT; Referente Istituzionale; Referente Amministrativo; Referente Tecnico Organizzativo. 
REFERENTE PAT, un funzionario della struttura provinciale competente in materia di politiche giovanili 
REFERENTE ISTITUZIONALE (RI), di norma un amministratore dell’ente capofila del PGZ.
REFERENTE AMMINISTRATIVO (RA), di norma, è un funzionario pubblico nominato dall’ente capofila del PGZ. 
REFERENTE TECNICO ORGANIZZATIVO (RTO), è individuato congiuntamente dalla PAT e dal Tavolo a seguito di selezione per un periodo di almeno tre anni.

IL PIANO STRATEGICO GIOVANI (PSG)
È il documento di indirizzo del Piano Giovani di Zona e delle politiche giovanili, di norma pluriennale, che permette di pianificare e definire: le strategie territoriali; i contenuti del Piano stesso attraverso l’individuazione degli assi prioritari; gli obiettivi e le rispettive azioni; il budget annuale a disposizione del PSG.
Per il 2019 gli assi prioritari individuati sono:
SVILUPPO E FORMAZIONE DEL TAVOLO
SVILUPPO ED ATTIVITA' PER IL COINVOLGIMENTO DEI PEER LEADER
SVILUPPO ED ATTIVITA' PER IL PROTAGONISMO DEI GIOVANI
SVILUPPO E SOSTEGNO ALLA FRAGILITA' DEI GIOVANI E DELLE FAMIGLIE SVILUPPO IDENTITA' TERRITORIALE DEL PGZ
SVILUPPO ED IMPLEMENTAZIONE DELLA RETE TERRITORIALE
Per ogni asse prioritario viene emesso un bando ad hoc a cui potranno partecipare i giovani del territorio, le associazioni, i gruppi informali di cittadini, le aziende. Per ogni bando è individuato il budget disponibile.

Pagina pubblicata Mercoledì, 23 Novembre 2016 - Ultima modifica: Lunedì, 01 Luglio 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto